Home>Comunicazione>Comunicati stampa>Dal 9 al 17 Aprile 2011 Una Settimana tra le groane

Dal 9 al 17 Aprile 2011 Una Settimana tra le groane

8 aprile 2011

Più di 100.000 visitatori in sole 3 edizioni hanno decretato il successo di Una Settimana fra le Groane, l’iniziativa promossa dal Polo Culturale Insieme Groane in collaborazione con Provincia di Monza e Brianza e i Comuni di Rho, Cornaredo, Settimo Milanese e Vanzago con la partecipazione di Fondazione Fiera Milano, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO, della Provincia di Milano, della Regione Lombardia, della Commissione Europea, di Expo 2015, della Camera di Commercio di Milano, di Touring Club Italiano, del Fai, di Italia Nostra.

Per un’intera settimana, da sabato 9 a domenica 17 aprile, sarà possibile immergersi gratuitamente (a eccezione della Villa Reale di Monza, dell’Oratorio di Santo Stefano a Lentate sul Seveso, di Villa Bagatti Valsecchi a Varedo e di Villa Taverna a Triuggio) nella magia di oltre 60 luoghi di interesse - tra ville, chiese, cappelle, palazzi e musei – eccezionalmente aperti, accompagnati da oltre 350 guide volontarie appositamente formate.

Per l’occasione, i comuni di Arese, Baranzate, Bollate, Cesate, Garbagnate Milanese, Lainate, Novate Milanese, Senago, Solaro, Rho, Cornaredo, Settimo Milanese, Vanzago e il Consorzio Parco delle Groane aprono le porte dei loro più importanti luoghi storici e artistici per far conoscere al pubblico la bellezza e la suggestione di una zona ricca di storia e di cultura.

La grande novità di quest’anno è l’ampliamento del circuito in Brianza: la Provincia di Monza e Brianza, infatti, propone per la prima volta “Aspettando Ville Aperte”, un’inedita anteprima dello storico appuntamento in calendario a settembre, che prevede visite guidate al ricco patrimonio della Provincia, oltre al calendario di tutta la programmazione di aperture dei Beni Culturali targati MB.
Sono undici i comuni che aderiscono all’evento: Monza, Arcore, Briosco, Cesano Maderno, Desio, Lentate sul Seveso, Limbiate, Meda, Triuggio, Varedo, Vimercate. I visitatori potranno così ammirare l’affascinante Villa Reale di Monza, Villa Borromeo d’Adda ad Arcore, oltre che l’elegante Villa Cusani Traversi Tittoni a Desio, Villa Bagatti Valsecchi a Varedo, Villa Pusterla Arconati Crivelli a Limbiate, Villa Antona Traversi a Meda, Villa Taverna a Triuggio, Palazzo Arese Borromeo a Cesano Maderno, l’Oratorio di Santo Stefano a Lentate sul Seveso, con i suoi affreschi trecenteschi e lo splendido Parco di Arte Contemporanea della Fondazione Rossini a Briosco.
Da segnalare poi, Villa Sottocasa a Vimercate, che ospita in una sua ala, il Must – Museo del territorio Vimercatese – un viaggio nelle testimonianze e nelle identità di un territorio da riscoprire.

Protagonisti della manifestazione saranno anche quest’anno i tanti giovani che grazie alla partecipazione di associazioni culturali, organizzazioni locali e scuole superiori del territorio, interverranno come volontari alle attività in calendario, nonché come guide turistiche delle diverse visite organizzate ai monumenti.

Una settimana tra le Groane proporrà inoltre una serie di eventi come spettacoli, teatro, concerti, aperitivi, mostre, laboratori per bambini. Il tutto in una “maratona culturale” di eventi e proposte adatte a ogni gusto ed esigenza. Un progetto che in questi anni è cresciuto in partecipazione di pubblico e in coinvolgimento territoriale, assumendo una sua precisa identità e che costituisce un tassello del percorso di sviluppo del territorio e delle comunità locali verso il grande evento dell’Expo 2015.

Lo spirito della manifestazione, inserita nel circuito nazionale della Settimana della Cultura 2011 promossa dal Ministero per i Beni e delle Attività culturali, è quello di costruire un sistema di valorizzazione e promozione del patrimonio artistico, culturale e ambientale del territorio attraverso il coinvolgimento dei giovani, del tessuto istituzionale e delle tante realtà locali, pubbliche e private. Un’operazione che vuole riappropriarsi della memoria collettiva e rafforzare la consapevolezza di appartenere ad una comunità

Numerosi sono gli itinerari e le proposte che coinvolgono i 24 Comuni interessati.

- Sistema Ville Nord Milano
Saranno aperte per l’occasione le “Ville di Delizia”, sorte nel XVIII secolo fuori città, come luoghi dove rievocare il mito del Giardino dell'Eden e del Paradiso perduto, di voluttà e piacere, dove potersi distaccare dalla corruzione urbana ed entrare in contatto con la natura. In particolare cinque delle ville che aderiscono all’apertura fanno parte del circuito Sistema Ville Nord Milano, recentemente costituito, che raccoglie altrettante eccellenze del territorio: Villa Arconati al Castellazzo di Bollate, Villa Borromeo Visconti Litta a Lainate, Palazzo Arese Borromeo a Cesano Maderno, Vilal Cusani Tittoni Traversi a Desio e Villa Crivelli Pusterla a Limbiate. Le ville di delizia lombarde erano il modo in cui il patriziato milanese nel XVII e XVIII secolo scelse di rappresentare, con cura e con leggerezza allo stesso tempo, il proprio essere classe dirigente, fortemente radicata sul territorio. Gli ospiti, oggi come allora, erano invitati a lasciarsi coinvolgere e meravigliare dalle “delizie” di queste dimore, con i loro saloni ricchi di stucchi, gli affreschi e le opere d’arte, i parchi sontuosi e gli spettacolari giochi d’acqua.

- Una settimana fra le... cascine
Alcune cascine del territorio aprono le loro porte e le loro cucine per offrire alle famiglie una giornata all’insegna della natura, a contatto con gli animali.

- Lo chef Davide Oldani
A livello di ristorazione lo chef di fama internazionale Davide Oldani partecipa con il suo ristorante D’O di Cornaredo. Dal 12 al 14 aprile sarà possibile pranzare da lui con una proposta low cost studiata appositamente per l’evento, con uno speciale Menù Groane con tre piatti della tradizione locale.

- E per restare in città… Milano
Non mancano anche alcuni appuntamenti gratuiti nella città di Milano, come i due giorni di visita allo storico edificio sede del Touring Club in Corso Italia con la possibilità di ammirare eccezionalmente “La Decollazione del Battista” del pittore cremonese Luca Cattapane; inoltre, sarà possibile visitare (su appuntamento) anche la Cascina Bollate, una cooperativa sociale posta all'interno della II Casa di Reclusione di Milano, in cui giardinieri e detenuti lavorano insieme nel vivaio.

- Casa di Giovanni Testori a Novate Milanese
A Novate Milanese si trova la casa dello scrittore Giovanni Testori. Oggi è un polo culturale di eccellenza; al suo interno sarà inaugurata una nuova stagione espositiva con la mostra Easy come easy go di Andrea Mastrovito. Un’occasione per visitare l’edificio e per conoscere uno degli artisti più promettenti della scena artistica contemporanea.

- Edifici sacri
La variegata proposta comprende anche molti edifici religiosi del territorio che, nonostante siano poco conosciuti racchiudono, in realtà, molte opere d’arte interessanti. Tra questi, il Santuario della Madonna del Latte a Cesate, con affreschi del XV secolo di scuola lombardo, la Cappella Madonna della Neve a Bollate, un raffinato studiolo affrescato, o l’Oratorio dei Santi Ambrogio e Caterina di Solaro, costruito nel XIV secolo con un ciclo pittorico di influenza viscontea di altissimo valore.

Bollate, marzo 2011

UNA SETTIMANA FRA LE GROANE
9 - 17 APRILE 2011

Informazioni e programma completo:

www.settimana.insiemegroane.it  -  numero verde 800 47 47 47

www.villeaperte.infowww.provincia.mb.ittelefono 039.9752243

L’ingresso a tutti i luoghi è gratuito, a eccezione della Villa Reale di Monza (€ 7), dell’Oratorio di Santo Stefano a Lentate sul Seveso (€ 3), di Villa Bagatti Valsecchi a Varedo (€ 3) e di Villa Taverna a Triuggio (€ 3).

Organizzazione:
Polo Culturale Insieme Groane
P.zza Aldo Moro, 1 - 20021 Bollate (Mi)

Coordinamento:
Alberto Cipelli
Tel. 02.35005515 – 02.35005520; Fax 02.35005513
cultura@comune.bollate.mi.it

Ufficio Stampa
CLP Relazioni Pubbliche
Tel. 02 433403
Fax 02 4813841
press@clponline.it
www.clponline.it

Comunicato e immagini su www.clponline.it