15settembre2022

Un progetto musicale e artistico di Ferdinando Arno’ presentato in un evento speciale il 18 settembre in Triennale

UN PROGETTO MUSICALE E ARTISTICO DI FERDINANDO ARNO’
PRESENTATO IN UN EVENTO SPECIALE IL 18 SETTEMBRE IN TRIENNALE

Congeniato come un’installazione globale, con il contributo di numerosi artisti e dei loro interventi dai molteplici linguaggi mediali e artistici, il 18 settembre, in Triennale Milano, verrà presentato al pubblico milanese “The Gathering”, il nuovo progetto musicale di Ferdinando Arnò, vincitore della Targa Tenco 2022 come "Miglior album collettivo". Compositore, arrangiatore e produttore discografico, Arnò è anche autore e arrangiatore delle musiche per i più famosi marchi dell’eclettico mondo dell’advertising.

Fondazione Fiera Milano ha contribuito alla realizzazione dell'evento, “Dimostrandosi subito disponibile – come dichiara il Presidente Enrico Pazzali – a lavorare tutti insieme per raggiungere un unico obiettivo. La musica sa unire come poche altre cose. Inoltre la Triennale ha un presidente con una grande visione, che ha raggruppato diverse istituzioni per riuscire a rendere reale ed emozionante questo connubio tra musica e arte".

Colonna sonora dell'evento sarà un flusso ininterrotto di performance spontanee non scandite da un timing prestabilito: "un'open setlist" regolata soltanto dall'intensità delle emozioni, dal sentire collettivo, dalla sintonia tra pubblico e artisti. Con un obiettivo ambizioso: coinvolgere nella grande orchestra di “The Gathering” la comunità dei musicisti, milanesi e non, ciascuno con il proprio strumento, ed il pubblico nella sua eterogeneità, che da spettatore diventa attore di una festa della musica dove si dissolvono gioiosamente i confini tra pubblico e platea. Il tutto in armoniosa dialettica con il tema che la 23ª Esposizione Internazionale di Triennale Milano Unknown Unknowns. An Introduction to Mysteries, dedicato all’ignoto e al suo rapporto con lo spazio, visto come un laboratorio dell’innovazione e della ricerca.

Sarà dunque lo stesso Palazzo dell'Arte con la sua architettura ed i suoi spazi ad ispirare il paesaggio sonoro e le espressioni artistiche dell'evento. Che prenderanno forma con il contributo e la partecipazione di un ensemble eterogeneo di grandi artisti: da Theo Blackmann ad Alfio Antico, da Melanie De Biasio (che durante “The Gathering” presenterà il suo nuovo album) a Joan As Police Woman, Joseph Chinouriri, Daniel Gonora, Lino Musella, Jacopo Benassi, Dante Lennon, Brother May, Jon Kenzie e IVI.

Cuore pulsante di “The Gathering” sarà "la piazza", ovvero l’atrio di Triennale presieduto dalla big band suddivisa in tre sezioni ad altezze diverse. Orchestra, percussioni e fiati: un corpo d'arte unico disunito in tre location differenti e linkato attraverso il sistema di cuffie Silent Disco. E poi, ancora, gli spazi espositivi che diventano listening chambers in un mix virtuoso con gli ingredienti di “The Gathering”, nel nome della sinestesia e della contaminazione tra suoni, colori, natura, danze, immagini ed i percorsi dell'Esposizione Internazionale Unknown Unknowns dove l'ignoto diventa una dimensione da vivere.

L’accesso del pubblico è previsto dalle ore 11.00 alle ore 24.00 del 18 settembre

Ingresso libero per le performance in giardino e in atrio.

Ingresso con il biglietto dell'Esposizione Internazionale per gli spazi espositivi.